Hallo, ich bin Benedetto: Erasmus a Berlino

Benedetto ci spiega perché scegliere Berlino come città in cui fare l’Erasmus.

Agevolazioni, feste, cultura e se si è stanchi, relax in un parco o al lago.

Da un po’ di tempo Berlino ha una grande fama tra i giovani, vuoi per la musica, vuoi per l’arte e la cultura o per la sorpredente moltitudine di situazioni che si possono incontrare.

Oltre alla semplicità della vita in generale.

Ho rischiato di trasferirmici anche io, tre anni fa, poi il fuoricorso ha rovinato tutto. Accidenti. Non fate questo errore e tenete a mente i consigli di Benedetto.

Berliner Dom

COM’E’ BERLINO? E COM’E’ AMBIENTARSI IN UNA CITTA’ COSI’ VARIEGATA?
Ho vissuto a Berlino per un anno grazie al progetto Erasmus. Berlino è una città ancora in trasformazione visto il suo recente passato. Rispetto all’Italia la vita è più economica e gli affitti meno cari, non in centro ovvio. Per sciogliere ogni dubbio basta chiedere ai tedeschi e ti aiutano volentieri. Io ho avuto la fortuna di poter richiedere all’università un buddy, un amico su cui contare nei primi giorni, una mia collega studentessa che si è volontariamente presa carico di me e di un altro ragazzo turco i primi giorni.
Inutile dire che io e Jacqueline siamo diventati grandi amici e la passione per lo stesso genere musicale ci ha uniti davvero molto nelle nostre belle serate berlinesi.BVG

I mezzi funzionano bene ma sono più cari che da noi. Fortunatamente io avevo il biglietto gratis perché lo studente tedesco è veramente agevolato.

 

 

FIUMI DI PERSONE RAGGIUNGONO BERLINO PER LA MUSICA E LE SUE SERATE… E IL RESTO DEL TEMPO LIBERO?
La città è facilmente raggiungibile dai due aeroporti, ai tempi del muro erano addirittura quattro, ora ne sono rimasti due: Schonefeld, più periferico che serve le compagnie low-cost e Tegel, più centrale, ma più piccolo, per le compagnie di bandiera. C’è un altro aeroporto, Tempelhof, chiuso da relativamente poco in cui ora si tengono manifestazioni e festival.

Berlino infatti è molto conosciuta per i locali: la musica è un richiamo per tutto il mondo. Il più inflazionato è sicuramente il Berghain, che a mio parere però non ha nulla di speciale. Un po’ meglio il Weekend ad Alexander Platz, la musica è bella e la discoteca si trova nell’attico del palazzo più alto quindi la vista è mozzafiato! Ma attenzione a dire che siete italiani. Molti hanno fatto figuracce e ci sono fogli scritti in italiano che indicano l’assenza di cocktail inclusi nel biglietto d’ingresso. In effetti ci sono molti italiani a Berlino, sia turisti che lavoratori.
Avvertenze a parte, secondo me i locali più belli sono il Kater Holzig e il Sisyphos. L’ambientazione è meravigliosa, la musica pure e ci sono serate/festival che durano 3-4 giorni, organizzati così bene che la gente non esce da lì!

Andate assolutamente ai vari mercati dell’usato della domenica, meritano tutti. Verso Natale poi fanno un mercatino tipico dove trovi oggetti per le decorazioni mai visti, tradizionali, spesso fatti da artigiani storici, lo stesso si ripete a Pasqua. Montano una specie di mulino che cambia a ogni mercatino.

E’ impossibile annoiarsi, ci sono corsi di ogni disciplina possibile immaginabile e sono anche economici!

PER QUANTO RIGUARDA L’ARTE?
Dal punto di vista culturale l’offerta è vivace e accessibile: c’è il duomo, i musei dell’Isola (consiglio caldamente una visita all’altare di Pergamo) e le varie gallerie d’arte sparse per la città, difficile annoiarsi! In più la street art ovunque, si può considerare un museo a cielo aperto.

Dimenticavo il Memoriale agli ebrei assassinati d’Europa dell’architetto Peter Eisenmann e il Bundestag, visitabile gratis, basta andare sul sito e dopo diversi giorni ti arriva l’ok per il giorno prescelto.

Bundestag Bundestag
Ma il monumento più importante, al pari di altre città nordiche, è la Torre della televisione, che, beh, è carina ma niente di che in confronto alla Porta di Brandeburgo o a quello che noi italiani intendiamo con monumento.

Torre della tv Porta di Brandeburgo

GITE FUORI PORTA?
Potsdam assolutamente, è stata la residenza del re di Prussia e del Kaiser tedesco e l’eredità storica è incredibile. Occorre fare un biglietto extra per raggiungerla perché è nel Brandeburgo.Lago WannseeOppure i vari laghi come Wannsee, la gente ci va come noi andiamo al mare, ci sono addirittura gli stabilimenti balneari. La domenica d’estate si va tutti al lago a fare il bagno ce ne sono tantissimi e molto puliti, al punto che forniscono l’acqua della rete pubblica!

Potsdam

E LA CITTA’ OFFRE SPAZI VERDI?
Giardini, parchi, boschi, Berlino è verdissima: ci sono dei grandi parchi boschivi anche in centro, come il Tiergarten, dove c’è la Colonna della Vittoria e il famoso Zoo di Berlino del film. Sulla Sprea, il fiume, si possono fare delle escursioni in barca.

E a me è capitato molte volte di vedere caprioli e volpi nel giardino del mio condominio!

Charlottenburg Potsdam colonnato

QUALI SONO LE PAURE DEGLI ITALIANI FUORISEDE?
Il cibo, ma è più facile trovare ristoranti etnici che tipici tedeschi. Comunque mangiare fuori a Berlino è meno costoso che in Italia e ripeto, puoi trovare davvero di tutto.

E il tedesco, che non è un optional. Però tantissime persone parlano inglese e anche la lingua della mia università era quella. E’ meglio impararlo, dai, è una specie di blocco mentale che abbiamo. Ci sono dei corsi che costano pochissimo, anche intensivi.

SCARTOFFIE: HAI DOVUTO FARE DEI DOCUMENTI O DEI CERTIFICATI PARTICOLARI?
Per me non è stato così complicato come dicono, però probabilmente sono stato agevolato dal fatto di fare un Erasmus. Comunque sì, innanzitutto ho dovuto aprire il conto corrente tedesco per l’università, richiedere i miei documenti Erasmus, poi tutti gli “immigrati” entro 14 giorni dall’arrivo devono andare in una specie di anagrafe a fare l’Anmeldung, una pratica burocratica che serve sia per la registrazione del domicilio che per dichiarare il motivo della permanenza a Berlino. Non c’è bisogno di conoscere il tedesco perché fanno tutto in automatico. Però va rifatto ogni volta che si cambia casa.

Per fortuna mi ha aiutato la mia buddy Jacqueline a fare tutto, ma basta digitare Anmeldung su Google ed escono vari siti-guida. Del resto essendo cittadino europeo gli altri documenti andavano bene. Se volete lavorare sappiate che faranno un controllo dei vostri debiti attraverso la Schufa, l’agenzia nazionale per la tutela della sicurezza dei crediti.

CONSIGLI L’ERASMUS E IL VIVERE IN GERMANIA?
L’Erasmus assolutamente. Berlino pure.
L’Erasmus ti aiuta economicamente a vivere lì, l’università è diversa rispetto alla nostra, secondo me migliore. I professori erano molto più propensi ad avvicinarsi agli studenti, le lezioni erano interattive, facevamo molti progetti.

Berlino è fantastica, troppo divertente, conosci tantissime persone. E’ difficile da spiegare, bisogna viverla, quindi andate!

D’inverno però, se non vivi in centro, stai pur certo che dovrai stare rinchiuso in qualche centro commerciale o cafè perché il gelo è terribile! La neve non cade copiosa anzi un leggerissimo strato, ma il freddo è davvero pungente…. Portati vestiti per un escursione artica!


Ecco i link utili per trovare altre informazioni:

http://www.bvg.de/en/

http://www.visitberlin.de/it

http://www.berlinandout.eu/

http://www.ilmitte.com/

MurodiBerlinoest

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...